QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 17°30° 
Domani 14°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
domenica 22 luglio 2018

Lavoro martedì 23 maggio 2017 ore 08:43

Buone notizie per i giovani agricoltori

Arriva l'esonero contributivo. Coldiretti: “Un aiuto concreto a chi vuole investire nel settore agricolo nonostante le difficoltà”



CASENTINO — Buone notizie per i giovani imprenditori agricoli, la legge di bilancio 2017 ha previsto infatti l'esenzione dai pagamenti previdenziali per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali under 40 che si sono insediati e si insidieranno nel corso dell'anno.

Un ulteriore aspetto della legge di stabilità che va incontro alle imprese, nonostante le difficoltà che il settore sta attraversando, basti pensare all'ultimo crollo dei prezzi delle verdure del 13,2% nel mese di marzo provocato dal maltempo che con gelo e neve ha decimato intere coltivazioni agricole e contribuito all'inflazione di febbraio.

"Questo rappresenta per Coldiretti un importante passo avanti nelle battaglie sostenute dalla nostra associazione – spiega il Presidente di Coldiretti Toscana e Arezzo Tulio Marcelli – un intervento concreto indirizzato a sostenere i giovani con età inferiore a quarant'anni nel loro percorso professionale in agricoltura incentivando e valorizzando così il loro grande impegno. I numeri parlano chiaro – prosegue Marcelli - sono quasi 600mila le imprese italiane condotte da giovani che si sono messi in proprio lo scorso anno, siamo – ricorda Marcelli - il primo Paese in Europa per numero di attività imprenditoriali condotte da giovani nel 2016".

L'INPS ha infatti fornito le prime interpretazioni rispetto all'esonero contributivo previsto per i neo imprenditori agricoli, nello specifico Coltivatori Diretti o IAP che nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 ed il 31 dicembre 2017 abbiano avviato o avviino, un'attività agricola e che non abbiano compiuto quaranta anni d'età alla data d'inizio della nuova attività.

Lo sgravio avrà durata quinquennale, l'agevolazione si traduce in un esonero dal versamento dell'accredito contributivo presso l'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia ed i superstiti a carico dei coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali.

"Finalmente si da compimento a quanto previsto dalla finanziaria, un passaggio fortemente voluto da Coldiretti. Le prime indicazioni che ci arrivano dalla circolare INPS consentono già da subito agli interessati di presentare la domanda per richiedere l'esonero – annuncia il Direttore di Coldiretti Arezzo Mario Rossi – nei primi tre anni di attività l'esonero sarà integrale, per poi scendere nel terzo anno di circa un terzo mentre nel quinto anno sarà dimezzato.

I neo imprenditori e coloro che vogliono avviare un'impresa agricola, troveranno nei nostri uffici tutta la consulenza necessaria e le indicazioni per la presentazione della domanda. Una spinta utile a tutti gli under 40 che hanno scelto e sceglieranno nel corso del 2017 di investire il loro futuro in agricoltura".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità