QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 13°13° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 21 ottobre 2017

Attualità giovedì 20 luglio 2017 ore 14:27

Volontari nel parco delle Foreste casentinesi

Nel turno internazionale del mese di luglio ci sono tre estoni, due cechi, due italiani, un russo, uno spagnolo e un polacco

PRATOVECCHIO STIA — Continua il programma del volontariato nell'area protetta del Parco nazionale delle Foreste casentinesi. E' arrivato il momento della sessione organizzata in collaborazione con Youth Action for Peace (YAP).

Sono operativi sul territorio protetto in questi giorni tre estoni, due cechi, due italiani, un russo, uno spagnolo e un polacco. Si tratta della terza edizione (su sette anni di progetto) di turno internazionale a luglio. Mentre è il secondo programma in collaborazione con l'Organizzazione non Governativa (ONG) YAP. La prima settimana è stata dedicata alla pulizia e al monitoraggio dei sentieri: sacchi di rifiuti raccolti, sentieri meno battuti ripuliti da rovi ed erbacce, etc.

Lunedi è cominciata la seconda settimana con nuovi itinerari e nuove mansioni, tra cui la cura della foresteria (orto, legna, pulizia dintorni, soffitta etc.) condivisa nell'arco delle due settimane con tirocinanti e ricercatori dell'ente Parco. Il coordinamento è affidato alla cooperativa In Quiete con l'ausilio del personale dell'ente. I prossimi turni in programma sono quelli brevi dedicati agli insetti di fine luglio e quello lungo di agosto (posti esauriti per entrambi). C'è ancora disponibilità per il turno speciale dedicato all'organizzazione delle straordinarie giornate del censimento al bramito del cervo nobile, dal 22 settembre al 1° ottobre.

"Il recentissimo inserimento del parco nella rete "Patrimonio dell'Umanità" delle foreste vetuste europee rinforza il nostro territorio in un contesto ambientale e culturale che gli è proprio, quello internazionale. -ha commentato Luca Santini, presidente del Parco nazionale - Questi giovani generosi sono un piacere per gli occhi e poterli ospitare ci permette di dare un contributo alla costruzione di una piccola rete europea che tiene assieme valori e identità comuni all'insegna dell'amore per la natura".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità