QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 12° 
Domani -5°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
domenica 19 novembre 2017

Cronaca sabato 11 marzo 2017 ore 14:44

Arrestato latitante iraniano per spaccio di droga

Ufficialmente era un commerciante di abbigliamento, ma importava oppio “grezzo” dall’Iran e lo rivendeva in Toscana

PRATOVECCHIO - STIA — Era ricercato da tempo per un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Roma per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacente con l’aggravante della transnazionalita’. Nell’ambito di un’indagine della procura di Roma,direzione nazionale antimafia, che aveva visto nel novembre già la cattura di altri nove, accusati di importazione di oppio grezzo dall’Iran che veniva rivenduto a organizzazioni locali, per la trasformazione in eroina.

B. G. P., 39enne di origine iraniana, faceva infatti parte di una organizzazione che importava oppio grezzo dall’Iran e lo rivendeva ad organizzazioni malavitose locali che lo trasformavano in eroina da immettere nel mercato italiano

L’iraniano arrestato a Pratovecchio tutte le mattina si recava a Firenze per la sua attività di commerciante di abbigliamento etnico ma in realtà faceva da mediatore con le organizzazioni criminali locali e custode della droga importata.le indagini hanno conclarato il suo ruolo di “promotore con il compito di curare i rapporti con i clienti interessati all’acquisto della droga e di gestire in prima persona le cessioni, nonché di pianificare e realizzare, tramite un altro associato, i rifornimenti di stupefacente in favore di un suo connazionale che veniva impiegato per la ricollocazione a terzi dell’oppio. Risulta indagato anche perché in concorso con altri deteneva e custodiva oppio non inferiore a un chilo e quattro.

A seguito dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere l’uomo, di 39 anni, ha continuato a mantenere la residenza a Pratovecchio, dove si era trasferito lo scorso giugno da Firenze. L’iraniano alla guida di una Range Rover con targa tedesca è stato segnalato in paese dando il via ad una caccia del latitante da quattro mesi.

Il blitz dei carabinieri è scattato in serata quando la donna che lo accompagnava è stata fatta uscire con uno stratagemma da casa per fargli aprire la porta. I militari sono entrati in casa con l’uomo che dormiva con un coltello da 14 centimetri sotto al cuscino. È stato tradotto nel carcere di Arezzo in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica