QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 4° 
Domani -1°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
giovedì 08 dicembre 2016

Attualità sabato 26 marzo 2016 ore 10:54

Riaprono le strutture informative del Parco

Riaprono quelli di Londa e Castagno d’Andrea, di Santa Sofia e di Camaldoli che vanno ad affiancare i presidi di Bagno di Romagna e Badia Prataglia

PRATOVECCHIO-STIA — Sono strutture realizzate con la finalità di descrivere il territorio ed orientare il visitatore a scegliere programmi e strutture ricettive per rendere interessante e piacevole la permanenza nell’area protetta.

Ogni struttura – presso le quali è possibile acquistare gadget, guide e cartografie ad uso escursionistico e/o prenotare servizi di guida per le escursioni – ospita una presentazione generale del territorio e sviluppa un tema specifico.

Il centro visita di Londa, in provincia di Firenze, è dedicato a “l’uomo e il paesaggio”. Il tema portante è la modificazione del territorio a seguito dell’intervento antropico nel corso dei secoli. Si trova sulla sponde del lago di Londa, in località “Parco del lago” (tel. 055 .8351202; cv.londa@parcoforestecasentinesi.it). Sarà aperto domenica e lunedi dalle 15 alle 18.

Il gruppo del Falterona è il complesso montuoso più importante del Parco e, proprio nel versante fiorentino dell’area protetta, si presenta in modo maestoso e selvaggio. Il centro visita di Castagno d’Andrea si occupa dei suoi “viaggiatori celebri” (etruschi, Dante, Dino Campana, le truppe alleate) e dell'”anatomia della montagna”. Nella stanza della “civiltà del castagno” si ripercorre la storia degli abitanti del paese ed il suo rapporto con la coltivazione dell’ “albero del pane”. Nella “stanza delle suggestioni” si può assistere ad una proiezione sulla montagna e sulle stagioni del castagneto. Il centro visita è in via della Rota, 8 (tel. 055.8375125; cv.castagnodandrea@parcoforestecasentinesi.it). Sarà aperto domenica e lunedi dalle 9 alle 13.

La Foresta di Camaldoli ospita il punto informazioni e il centro ornitologico (cv.camaldoli@parcoforestecasentinesi.it, tel. 0575. 556130), che saranno aperti domenica e lunedi dalle 10 alle 13. Il museo ornitologico ospita la preziosa collezione “Biggeri”, corredata da percorsi espositivi e allestimenti didattici.

Il tema centrale del presidio del Parco a Santa Sofia è la foresta. Nel “corridoio della storia”sono ripercorsi alcuni aspetti della civiltà contadina che popolava l’Appennino prima dell’abbandono delle montagne. Il centro visita, in via Nefetti, 3 (cv.santasofia@parcoforestecasentinesi.it; tel. 0543. 970249), sarà aperto sabato 26, domenica 27 e lunedì 28 la mattina (9-13) e il pomeriggio (14-17).

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità