comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:47 METEO:BIBBIENA11°13°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 05 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Venezia, torna in funzione il Mose

Sport martedì 27 ottobre 2020 ore 10:49

L'infermiera che mette le ali e vola sul podio

Silvia Ciampelli è salita sullo scalino più alto del Campionato italiano Acrobazia Alianti Categoria Avanzata 2020



BIBBIENA — Dopo il campione del mondo di E-bike Roberto Fabbri, ecco di nuovo Bibbiena sugli scudi grazie ai suoi sportivi. 

Silvia Ciampelli, 50 anni, infermiera all’ospedale di vallata, è salita sullo scalino più alto del podio nel Campionato italiano Acrobazia Alianti Categoria Avanzata 2020.

“Ho sempre desiderato volare. Volare è la mia condizione, il mio vero essere. Quando volo mi sento completamente realizzata. Non importa quando i nostri sogni diventano realtà, ma noi abbiamo il dovere di non lasciarli andare e cercare in ogni modo di realizzarli”. 

Con queste parole Silvia Ciampelli racconta la sua esperienza, iniziata con un brevetto nel 2013 per realizzare quel sogno di bambina. Da quel momento non smetterà più di volare e nel 2018 ha ottenuto anche il brevetto per il volo acrobatico, che nel 2019 l'ha portata a vincere, contro ogni previsione, il Campionato italiano intermedio, fino alla conquista del nuovo grande traguardo dell’avanzato.

Silvia ha combattuto per il suo sogno ed ora è tra le 4 donne italiane che pratica l’acrobazia con gli alianti e la prima a conquistare un titolo così prestigioso.

Silvia fa parte dell’Aeroclub Castel Viscardo della provincia di Terni dove lei si reca spesso per gli allenamenti sotto la guida di Pietro Filippini, il primo istruttore che ha fatto volare i ragazzi in carrozzina.

Adesso ha un altro sogno: quello di partecipare ai mondiali che si terranno in estate in Polonia: “Ho iniziato ad allenarmi per questo obiettivo. Per riuscirci ho bisogno di fare molti voli, il numero minimo indispensabile è cento e questo perché le prove sono complicatissime. Non mollo”.

Il sindaco Filippo Vagnoli commenta: “Silvia è l’esempio vivente di come nella vita non si devono abbandonare i propri sogni. Quello che sta facendo è importante anche per tutti noi, per il nome di Bibbiena e per il suo tessuto sportivo. Credo che la sua figura sia un simbolo di determinazione e di impegno che fa bene a tutti soprattutto in un momento come questo. Vorrei fare un appello a tutti gli imprenditori del Casentino perché Silvia, per partecipare ai mondiali, ha bisogno di un supporto concreto. Dobbiamo aiutarla a tentare l’impresa”.

Francesca Nassini, assessora allo sport commenta: “Silvia è l’unica donna italiana ad aver avuto risultati importanti in uno sport quasi completamente declinato al maschile. Questo ci dice tanto su chi è questa persona, ma soprattutto ci suggerisce una cosa importante ovvero che i limiti sono solo interiori”.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità