Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:BIBBIENA15°31°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Piero Angela raccontò l'incontro con la moglie Margherita Pastore: «Una scossa elettrica dal primo sguardo, insieme da 66 anni»

Cronaca giovedì 01 giugno 2017 ore 11:26

Arrestato l'ex presidente di Uncem Oreste Giurlani

Secondo le indagini della Finanza si sarebbe impossessato di 570mila euro provenienti dalle casse dell'Uncem quando ne era presidente



CASENTINO — Il primo cittadino di Pescia Oreste Giurlani è stato arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza e adesso si trova agli arresti domiciliari.

Il provvedimento giudiziario ha riguardato Giurlani nella sua veste di ex presidente dell'Uncem Toscana (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani).

Giurlani è accusato di essersi impossessato di 570mila euro provenienti dalle casse dell'Uncem Toscana, di cui è stato presidente dal 2005 al 2016, trasferendo il denaro sul proprio conto corrente.

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Firenze hanno eseguito l'ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Firenze, Anna Donatella Liguori, su richiesta della Procura della Repubblica diretta dal procuratore capo, Giuseppe Creazzo.

Le indagini hanno permesso di accertare che Giurlani, nel periodo compreso tra il 2012 ed il 2016, si è indebitamente appropriato di denaro appartenente all'Uncem, del quale è stato presidente dal 2005 al 2016, trasferendo dal conto corrente dell'associazione - di cui aveva la disponibilità diretta - sul proprio conto corrente personale, la somma complessiva di oltre 570.000 euro.

Inoltre, nel periodo considerato, il Giurlani risulta aver ricevuto compensi per consulenze private effettuate dall’indagato a favore dell’Uncem per oltre 143mila, su incarichi auto-conferiti, in relazione ai quali sono tuttora in corso approfondimenti ispettivi.

In tale contesto, sono state eseguite diverse perquisizioni locali presso uffici pubblici e residenze private ubicate nelle province di Firenze e Pistoia, nel corso delle quali è stato acquisito voluminoso materiale cartaceo ed informatico, ora al vaglio degli investigatori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
All'ospedale San Donato i pazienti affetti da virus sono complessivamente 5. Viaggia diffuso il contagio. Ad arezzo i tamponi infetti oggi sono 31
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità