QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 10° 
Domani 4° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 17 novembre 2018

Attualità giovedì 08 settembre 2016 ore 19:05

Troppi ungulati in circolazione, è polemica

Polemica tra la Confederazione dei Cacciatori toscani e la Regione sulle regole della caccia e sul numero di ungulati in circolazione



CASENTINO — I cacciatori chiedono più possibilità di cacciare visto il numero straordinariamente cresciuto di ungulati in circolazione che creano gravi danni all'agricoltura e rischi alla circolazione stradale nelle aree rurali ed extra cittadine. 

Secca la replica dell'assessore regionale Marco Remaschi, "Spiace constatare come una situazione che necessita di tutta l'attenzione possibile, tanto da essere uno dei temi più urgenti che le organizzazioni degli agricoltori hanno posto fin dall'inizio del mio mandato un anno fa, sia strumentalizzata da alcuni rappresentanti del mondo venatorio, che riportando numeri parziali e in alcuni casi non corretti, forniscono una interpretazione distorta della realtà, volta più ad accattivarsi le simpatie di coloro che ritengono di essere stati espropriati da una gestione monopolistica della caccia agli ungulati, che al trovare una reale soluzione al problema".

"La verità – insiste Remaschi - è che in una materia così complessa e delicata, sia per i numeri impressionanti, ma sopratutto perché parlando di gestione della fauna, giocoforza, si devono affrontare questioni che toccano diverse sensibilità, per anni non si è riusciti ad intervenire in modo concreto ed incisivo, perpetrando un finto equilibrio che si reggeva solo sulla gestione del malcontento con l'utilizzo, nella migliore delle situazioni, del rimborso dei danni agli agricoltori come calmiere della disperazione".

In Toscana i danni all'agricoltura sono cresciuti in modo esponenziale dal 2010 in avanti passando, con dati certificati, da 1,5 milioni di euro ai circa 3 milioni del 2015 e lo stesso è stato per gli incidenti stradali, in alcuni casi mortali, che sono arrivati a sfiorare i 1000 incidenti segnalati nell'ultimo anno.

Sempre stando ai numeri ufficiali delle 9 ATC, certamente approssimati per difetto, mentre fino al 2015 nell'intero territorio regionale si contavano circa 10 mila abbattimenti di controllo l'anno, nei primi sei mesi di applicazione della legge ungulati sono stati abbattuti circa 8 mila cinghiali, oltre a circa 3 mila caprioli, con una proiezione sui 12 mesi, quindi, decisamente migliore del passato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità