Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:BIBBIENA11°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rubavano nella mensa dell'ospedale: il bottino da 24mila euro in appena due mesi

Attualità martedì 09 febbraio 2021 ore 07:00

Giorno del Ricordo, la memoria corre on line

Due giorni, il 9 e 10 febbraio, dedicati al dramma delle foibe. Ancora viva la storia dell'esule Nereo Franceschini, subbianese d'adozione



SUBBIANO — 10 febbraio: Giorno del Ricordo. Una ricorrenza istituita con la legge 30 marzo 2004 dal Parlamento italiano per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

L’Amministrazione di Subbiano, in questo anno di emergenza sanitaria, oltre ad un manifesto che sarà esposto fuori dal Palazzo Comunale, ha scelto la strada del digitale per entrare nelle case di tutti.

Così il 9 e10 febbraio saranno due giorni per incontrarsi sul canale Youtube del Comune e sulla sua pagina Facebook “Fili Della Memoria Subbiano”, per vedere video, presentati dagli Amministratori, che raccontano storie di confine, e per seguire, grazie alla Regione Toscana, in streaming un tema quanto mai attuale , perché quest’anno tutto è incentrato “Sulla Storia di un confine difficile, quello dell’alto Adriatico”.

“Gli esuli dell’Istria, della Dalmazia e della città di Fiume che dovettero abbandonare le loro terre nell’incertezza del proprio futuro furono duecentocinquantamila, tra queste anche un nostro compaesano, Nereo Franceschini, che i meno giovani ancora lo ricordano per la sua grande voglia di vivere, la simpatia e il suo essere al servizio della gente facendo l’infermiere all’Ospedale Boschi di Subbiano. Lo rivedono in bicicletta di corsa per il viale della Stazione a chiamare per l’urgenza il dottor Greco, il primario, oppure lo raccontano nella storia del Subbiano Calcio dove è stato a lungo massaggiatore”  spiega l’assessore alla Cultura Paolo Domini alla Cultura. “Ecco a farlo uscire da quelle terre, non fu, come lui raccontava, solo la paura delle violenze titine, ma perché si sentiva e voleva essere un italiano”. 

Martedì 9 febbraio, alle 9,30,  dopo l’introduzione a cura dell’Amministrazione Comunale di Subbiano, sarà pubblicata una produzione Isgrec -Regione Toscana, narrazione biografica di un italiano di Pola, Livio Dorigo, oggi impegnato a Trieste in un lavoro culturale, teso ad alimentare una visione europeista. Tutto il programma sarà poi trasmesso in differita il giorno successivo su Teletruria2, canale 87, alle 19,40. 

Mercoledì 10 febbraio alle 9,30, preceduta da una introduzione di Domini, sarà avviato un collegamento con la Regione, per una diretta streaming sulla conferenza legata al progetto biennale “Per la Storia di di un confine difficile. L’alto Adriatico nel 900” che ha coinvolto alcune scuole superiori della Toscana.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A livello provinciale i positivi in più sono 104 totali. Altri 4 decessi all'ospedale di Arezzo, ricoveri stabili e 69 guariti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità