comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:47 METEO:BIBBIENA11°13°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 05 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Venezia, torna in funzione il Mose

Sport martedì 20 ottobre 2020 ore 16:00

Camplone punta tutto sull'attacco

Il nuovo allenatore è entusiasta del progetto della società. Poche e semplici cose: "Per vincere occorre segnare, dobbiamo creare i presupposti"



AREZZO — Il nuovo allenatore dell'Arezzo Andrea Camplone si è presentato questo pomeriggio alla stampa e alla città. Introdotto in conferenza stampa dal direttore generale Riccardo Fabbro, che gli ha passato subito la parola: "E' la sua giornata, oltre a presentarsi avrà modo di rispondere alle vostre domande sulla partita di domani con il Padova".

"Ho scelto di accettare la proposta che mi è stata fatta dopo aver parlato con Roberto Muzzi - ha spiegato il nuovo mister del Cavallino Rampante - mi ha spiegato il progetto della società, che mi è piaciuto molto, ho deciso subito di sposare la causa amaranto".

Il nuovo mister ha parlato della prima problematica da affrontare: una partita già dopo 24 ore dal suo arrivo, contro una squadra difficile e con la necessità di cercare subito di fare risultato e punti per la classifica deficitaria in cui si trova in questo momento l'Arezzo. "Stamani ho visto per la prima volta i ragazzi, conoscevo direttamente solo Baldan perché l'ho già allenato, molti altri per averli avuti come avversari - ha detto Camplone - Ho cercato di dare subito delle certezze, nell'allenamento abbiamo lavorato solo sul possesso palla, mentre domattina faremo un po' di fase difensiva nella breve rifinitura. Abbiamo bisogno di partire subito facendo poche cose nel modo giusto, perché non voglio mettere troppa confusione in testa ai giocatori".

"Guardando ai risultati di queste prime giornate salta subito agli occhi il dato dei gol subiti, ben tredici, e di quelli realizzati, solo tre - ha proseguito Camplone commentando l'ultimo posto in graduatoria - Sono molto più preoccupato della poca prolificità offensiva, piuttosto che delle tante reti al passivo. Quando si prende gol è quasi sempre frutto di errori e dovremo correggerli, ma la cosa più importante è andare a creare le occasioni per segnare, perché è l'unico modo per vincere le partite e fare punti, che è la prima cosa cu dobbiamo puntare".

Ha visto partite dell'Arezzo Camplone, ma ha scelto di non visionare il Padova, lo sta facendo il suo vice Tacchi. "Non voglio che la squadra vada a pensare che domani affronterà una formazione importante piena di giocatori di livello. Dobbiamo concentrarci solo su quello che dobbiamo fare noi per fare risultato".

Sia lui che il direttore sono stati stimolati sulla possibilità di nuovi acquisti per rinforzare la rosa. La risposta è stata unanime: c'è un solo posto over eventualmente da riempire, quindi è necessario prima di tutto permettere a Camplone di conoscere bene il gruppo e i singoli, in modo da individuare la pedina che possa far fare un salto di qualità all'Arezzo.

Mister Camplone si presenta ad Arezzo dopo il primo allenamento
Riccardo Fabbro sul cambio di guida tecnica dell'Arezzo calcio


Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità