comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:19 METEO:BIBBIENA9°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, neve in Liguria: in azione le squadre di soccorso della Protezione civile

Spettacoli lunedì 24 agosto 2020 ore 11:20

Un fuoriclasse del violino all'Anfiteatro Romano

Domenica 30 agosto si esibirà Giovanni Andrea Zanon, musicista 22enne appassionato di Vivaldi



AREZZO — Domenica 30 agosto alle 21,15, l’Anfiteatro Romano di Arezzo sarà palcoscenico d’eccezione per Giovanni Andrea Zanon che, appena 22enne, si esibirà come violino solista e concertatore di un programma di grande impatto emotivo. “Le quattro stagioni” di Vivaldi saranno interpretate da uno dei più giovani e talentuosi violinisti italiani. Un concerto “fuori programma” che si preannuncia trascinante e imperdibile: ad Arezzo prosegue così “Anfiteatro sotto le stelle”, il cartellone estivo che propone cultura in uno dei luoghi più belli e magici della città.

Ad aprire il concerto “Il trillo del diavolo” che, nella trascrizione per violino e orchestra, sarà l’omaggio di Zanon a Giuseppe Tartini, compositore di cui quest’anno ricorrono i 250 anni dalla morte. Una partitura tecnicamente molto impegnativa che ha conquistato intere generazioni di pubblico, fino ad arrivare ad avere un posto speciale perfino nelle pagine di “Dylan Dog”.

Quindi saranno “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi a conquistare l’Anfiteatro Romano: straordinaria è la fama di cui godono questi concerti, un successo che oltre al tema evocativo dei quattro periodi dell’anno, si deve alla genialità ritmica con cui la musica di Vivaldi si riesce a porre in diretto dialogo con l’ascoltatore.

Sul palco, con Giovanni Andrea Zanon, Gianpiero Zanocco, Francesca Bonomo, Gilda Urli (primi violini); Beatrice Zanon, Giorgio Baldan, Greta Manzardo (secondi violini); Mario Paladin, Massimiliano Simonetto (viole); Massimo Raccanelli, Anna Stevanato (violoncelli); Michele Gallo (contrabbasso) e Lorenzo Feder (cembalo).

Giovanni Andrea Zanon inizia lo studio del violino all’età di 2 anni e a soli 4 anni inizia il Conservatorio di Padova, risultando il più giovane studente ammesso nella storia delle istituzioni musicali statali italiane. Nel corso della sua attività musicale vince oltre 30 concorsi nazionali ed internazionali (tra i quali il “Riviera Etrusca” all’età di 4 anni, il “Premio Nazionale delle Arti” come miglior violinista dei conservatori italiani, il concorso di Novosibirsk in Russia dove ottiene anche tutti i premi speciali ed il diploma di laurea al “Wieniawski and Lipinski violin competition” di Lublino). 

Effettua concerti in qualità di solista in Italia, Svizzera, Germania, Polonia, Russia, Austria, Repubblica Ceca, Canada e Stati Uniti esibendosi in alcune delle sale più prestigiose al mondo tra le quali la Carnegie Hall di New York, il Musikverein di Graz, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro La Fenice di Venezia, la Smetana Hall di Praga, la Bayerische Staatsoper di Monaco, il Festspielhaus di Baden-Baden, la Royal Opera House di Muscat, il Teatro Politeama di Palermo e l’Arena di Verona. 

Successivamente si diploma al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con lode e menzione onorevole. Su consiglio di Zubin Mehta si trasferisce negli Stati Uniti per studiare con Pinchas Zukerman presso la Manhattan School di New York dove risulta vincitore della selezione per il “Master of Art” di violino all’età di 16 anni. Successivamente si perfeziona alla “Hochschule für Musik Hanns Eisler” di Berlino con Antje Weithaas. Attualmente frequenta i corsi di perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la guida di Sonig Tchakerian.

L’ingresso è gratuito ma, in ottemperanza alle norme dettate dall’emergenza sanitaria, la prenotazione è obbligatoria sul sito www.discoverarezzo.com.

I posti potranno essere prenotati anche presso la biglietteria del Teatro Petrarca nei giorni 26-27-28 agosto dalle 17 alle 19. Il giorno di spettacolo la biglietteria dell’Anfiteatro sarà attiva a partire dalle 18.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca