comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 16°24° 
Domani 15°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
martedì 22 settembre 2020
Giani
858.042
 
48.63%
Ceccardi
713.653
 
40.44%
Galletti
112.981
 
6.40%
Vigni
7.632
 
0.43%
Fattori
39.386
 
2.23%
Barzanti
15.949
 
0.90%
Catello
16.924
 
0.96%
corriere tv
Bomba d'acqua ai Castelli Romani, strade come fiumi a Rocca di Papa

Cronaca martedì 15 settembre 2020 ore 09:11

Silos in bilico, cittadini "ai domiciliari"

Stamani inizia la messa in sicurezza. Autogrù bloccata per ore, causa peso eccessivo, prima di poter passare da un ponte sulla Regionale 71



CASTEL FOCOGNANO — Cominciano questa mattina le operazioni di messa in sicurezza del silos con all'interno tonnellate di cemento, che si è inclinato e rischia il collasso, all'interno dello stabilimento Colacem di Rassina, conosciuto da molti semplicemente come la cementeria.

Parola del sindaco di Castel Focognano, Lorenzo Remo Ricci, che precisa: "L'autogrù partita ieri dal nord Italia per effettuare le operazioni di stabilizzazione questa notte ha subito un ritardo. A causa delle grandi dimensioni, infatti, ci sono stati problemi per il suo transito su un ponte lungo la Strada Regionale 71. Il mezzo è arrivato comunque a Rassina e - conferma - stamani inizieranno gli interventi".

Fin da ieri la popolazione è stata sottoposta a limitazioni da rispettare e lo stato di allerta terminerà solo quando ogni rischio di fuoriuscita della polvere di cemento sarà definitivamente scongiurato.

Quindi, finestre e porte chiuse, oltre che divieto di spostamenti a piedi, seppure si indossi la mascherina. Come conclude il sindaco Ricci, infatti, "non ci sono pericoli per la salute, ma se il silos collassa, il paese verrebbe ricoperto da una grossa nube di polvere".

Claudia Martini
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Politica