Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:22 METEO:BIBBIENA8°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Col braccio in silicone a fare il vaccino, l'infermiera: «L'ha definito un costume di scena»

Politica lunedì 25 ottobre 2021 ore 11:19

Appello dei sindaci più giovani ai ragazzi

Vagnoli ed Ermini affrontano un problema sentito: l'allontanamento delle nuove generazioni dalla politica. E le invitano a partecipare attivamente



BIBBIENA - CASTIGLION FIBOCCHI — Solamente qualche giorno fa un quotidiano nazionale, commentando i risultati delle ultime elezioni amministrative, ha pubblicato un articolo che trattava il tema, ormai annoso, del rapporto tra giovani e politica e tra politica e presenza delle donne. 

Nello stesso articolo era citato anche il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli essendo il più giovane della Toscana che ha deciso di intervenire sul tema insieme al primo cittadino di Castiglion Fibocchi, Marco Ermini, che figura nello stesso segmento.

Ermini e Vagnoli iniziano dai numeri: “solo il 4% dei sindaci italiani sono giovani amministratori, ovvero hanno meno di 35 anni. Un dato importante da cui partire perché ci riporta prepotentemente al tema del rapporto di giovani e politica. Il loro allontanamento dalla politica rappresenta un problema enorme per la nostra democrazia e la sua piena attuazione. Per questo diventa importante e urgente riaccendere interesse e riportare i giovani a parlare della gestione del bene comune, a farli diventare e sentire autori del proprio destino e capaci di prendersi sulle spalle oneri e onori della politica attiva. E per farlo dobbiamo impegnarci a riempire il loro futuro di qualcosa che non sia la sfiducia continua nel presente e soprattutto la sfiducia continua nelle loro possibilità”.

I due giovani sindaci commentano ancora: “i giovani sono la cassa di risonanza del risentimento politico della società italiana e non è che in questo sono diversi dalle generazioni più adulte. Però i giovani continuano ad avere entusiasmo. La loro partecipazione su livelli diversi come l’ambiente, i problemi delle piccole comunità, il territorio sono alte. 

Insomma, il loro livello di coinvolgimento è alto e noi dobbiamo incanalarlo e aiutarli ad arricchire con tutto questo la nostra vita democratica. Certamente le basse affluenze alle tornate elettorali ci spaventano sempre e sono campanelli di allarme importanti. I giovani vogliono essere dei cittadini partecipi, e non dei consumatori e basta. E lo dimostrano in tanti modi, forse la politica dovrebbe prenderne atto e attivare percorsi di coinvolgimento veri. Lo scarso interesse della politica da parte dei giovani è lo specchio del poco interesse della politica per i giovani”.

I due giovani sindaci aretini, quindi, concludono con un appello: "giovani venite a conoscere il mondo della politica. Da qui passa tutto e quindi anche il futuro del nostro Paese."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'abbucciato a latte crudo della Fattoria di Bucena è stato nominato tra i vincitori del World Cheese Awards svoltosi ad Oviedo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS