Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:BIBBIENA11°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rubavano nella mensa dell'ospedale: il bottino da 24mila euro in appena due mesi

Cronaca sabato 04 marzo 2017 ore 16:40

Lo scandalo Consip lambisce il Casentino

Carlo Russo, indagato assieme al padre dell'ex premier Matteo Renzi, dal 2015 è un dipendente della ditta bibbienese Ceg



BIBBIENA — Il caso Consip arriva fino in Casentino. Secondo quanto riportato da Dagospia e dai quotidiani La Nazione e La Verità, l'imprenditore Carlo Russo, accusato per traffico di influenze e ieri interrogato per tre ore dai pm, sarebbe un dipendente della azienda bibbienese Ceg. Russo all'interno dell'azienda si occuperebbe di pubbliche relazioni e rapporti istituzionali fin dall'anno della sua assunzione, il 2015. 

Secondo quanto riportato sui giornali, dall'azienda minimizzano la sua presenza definendolo uno dei tanti, oltre 150, dipendenti. 

Proprio nel 2015, a pochi giorni dalle elezioni regionali, l'azienda bibbienese promosse un grande evento a cui presero parte alcuni esponenti politici aretini e candidati del Pd al Consiglio regionale. 

Quel 'cenone' lo ricordano bene i dirigenti del Pd casentinese, perchè parteciparono membri del Pd aretino e valdarnese mentre il candidato locale non fu neanche invitato. 

Ieri Russo è stato interrogato per tre ore nell'ambito dell'inchiesta della procura di Roma su un appalto da due miliardi e settecento milioni di euro della Consip, la centrale acquisti del Ministero dell'economia. Nella stessa inchiesta è indagato per rivelazione di segreti d'ufficio il ministro dello sport Luca Lotti mentre è stato arrestato due giorni fa, per corruzione, l'imprenditore napoletano Alfredo Romeo.

Russo è uscito dalla caserma dei carabinieri di Borgo Ognissanti insieme ai suoi legali ed è apparso molto teso. Ai giornalisti che gli chiedevano una dichiarazione ha risposto con un saluto: "Buonasera e buon lavoro". Poi è salito su un taxi e se ne è andato. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A livello provinciale i positivi in più sono 104 totali. Altri 4 decessi all'ospedale di Arezzo, ricoveri stabili e 69 guariti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità