Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:BIBBIENA12°26°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Alberto Angela a Pompei: «Sperimenteremo la tecnica del piano sequenza»

Attualità mercoledì 24 maggio 2023 ore 18:55

Per i giovani né lavoratori o studenti 80mila euro

Eleonora Ducci

L'Unione dei Comuni ha vinto il bando promosso a livello nazionale del Dipartimento per le politiche giovanili, Presidenza del Consiglio e Anci



POPPI — L’Unione dei Comuni del Casentino vince il bando promosso a livello nazionale a seguito dell’accordo stipulato l’8 novembre 2021 fra il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei ministri e l’Anci per l’utilizzo del fondo per le Politiche Giovanili. L’obiettivo è quello di mettere in campo azioni dirette all’emersione e riattivazione dei giovani Neet “Not in Education, Employment or Training”

Sono 8 mila euro le risorse che saranno destinate a promuovere azioni concrete per recuperare, valorizzare e introdurre nel mondo lavorativo i Neet, ovvero tutti quei giovani del territorio che non studiano, né lavorano, né ricevono una formazione. E’ questo l’obiettivo principale del progetto con cui l’Unione dei Comuni Montani del Casentino ha partecipato e vinto il bando “Emersione e riattivazione dei giovani Neet – Link! Connettiamo i giovani”.

Il progetto prevede una fase informativa, una organizzativa e un’altra attuativa delle azioni programmate, anche attraverso attività pratiche e laboratori, campagne di formazione e modelli di azione per la valorizzazione delle competenze e dell'orientamento dei giovani. Il tutto sarà preceduto da una fase di trasferimento delle conoscenze acquisite durante il percorso di formazione promosso da ANCI ai soggetti partner, agli operatori del sociale dei comuni casentinesi e agli insegnanti coinvolti nella realizzazione del progetto e una mappatura dei bisogni e delle problematiche giovanili del territorio.

In Casentino il “problema Neet” è presente: abbandono gli studi durante il proprio percorso formativo il 19,8% dei giovani e il dato analizzato dal punto di vista di genere si attesta a 8,7% per i maschi e a 11,1%, per le femmine. E’ proprio per far fronte a questa situazione che l’Unione dei Comuni Montani del Casentino ha studiato misure, percorsi e strumenti
specifici riassunti nel progetto che ha vinto il bando e che intendono invertire la tendenza.

“Siamo molto orgogliosi di aver vinto un bando completamente dedicato ai
nostri giovani – ha dichiarato la presidente dell’Unione dei Comuni Eleonora
Ducci – vogliamo offrire loro delle opportunità, vogliamo formare i nostri
ragazzi e prepararli per entrare a far parte del mondo lavorativo e per
poter scegliere con consapevolezza il loro percorso di vita. Faremo una
mappatura dei bisogni e delle problematiche giovanili del territorio
utilizzando questionari, indagini social e quando possibile e richiesto per
individuare i soggetti con i quali lavorare e indirizzare le nostre azioni,
che sono davvero tante. Ringraziamo gli uffici dell’Ente che ci hanno
permesso di accedere a questo percorso ottenendo un ottimo risultato a
livello nazionale, ma anche regionale, essendo la nostra Unione dei Comuni
tra gli 11 enti ammessi in Toscana».
Il progetto si concretizzerà nell’organizzazione di laboratori -
storytelling, ascolto e partecipazione - con la presenza di figure
professionali del mondo artistico, musicale ed educativo, per lavorare sulle
soft skills. I giovani, formati, si cimenteranno nell’allestimento spazi per
gli incontri e i laboratori, saranno predisposti materiali didattici; i
giovani contatteranno figure professionali da coinvolgere nei laboratori.
Saranno favorite pratiche condivise di lavoro tra i partecipanti attraverso
attività di gruppo, auto fiducia e apertura di tutti. Saranno realizzati 10
laboratori, predisposti materiali per organizzare visite presso aziende
specifiche; sarà realizzato un evento artistico e musicale. Al termine delle
attività, saranno valutate le competenze acquisite da parte dei giovani per
delineare dei profili individuali e qualificarne il grado di conoscenze, da
spendere in una loro futura occupazione e potranno essere la base per
ulteriori approfondimenti di studio. Il progetto dell’Unione “Skills on
Stage”accompagnerà i giovani per un anno e mezzo di attività.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno