comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 10°19° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
venerdì 25 settembre 2020
Giani
863.595
 
48.62%
Ceccardi
718.625
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Venezia, la guida speciale che non mostra ai turisti i monumenti ma gli effetti dell'acqua alta

Attualità venerdì 14 agosto 2020 ore 14:22

I Caraibi ad Arezzo, ecco dove fare un tuffo

Posti incantevoli, immersi nella natura tra fiumi e torrenti. Relax e svago a pochi chilometri da casa. Qualche idea per Ferragosto



AREZZO — Quello di domani sarà un Ferragosto diverso, per certi versi anomalo e strano. In molti hanno rinunciato alle vacanze per i noti problemi. Non c'è bisogno di fare viaggi lunghi, per chi è restato a casa ci sono posti da sogno proprio nell'aretino. Spiagge naturali dove poter passare qualche ora in relax e fare un bagno rinfrescante nel fiume.

A promuovere la riscoperta di torrenti, cascatelle e pozze locali è il Consorzio 2 Alto Valdarno che si occupa della manutenzione ordinaria di questi corpi idrici.

Il Canto alla Rana, nel comune di Pratovecchio-Stia, è sicuramente la spiaggia più gettonata dagli aretini e non solo. I Caraibi del Casentino sono qui, dove, oltre ai bagni e alla tintarella, è possibile regalarsi un bel tuffo nell’acqua cristallina, a pochi chilometri di distanza dalla sorgente del fiume. La presenza di spazi attrezzati per il barbecue, l’area di pesca sportiva no kill fresca di inaugurazione, gli impianti sportivi e l’adiacente mini-parco avventura fanno il resto.

Rimanendo in Casentino, ma spostandoci tra i comuni di Chiusi della Verna e Bibbiena, impossibile non approfittare del torrente Corsalone, l’affluente dell’Arno che nasce sul crinale appenninico e scorre per un lungo tratto tra grandi massi e impenetrabili canaloni nel cuore delle Foreste Casentinesi. Quando la pendenza diminuisce, il torrente forma belle pozze chiuse da grandi massi di arenaria o da cascatelle artificiali utilizzate per frenare la corsa dell’acqua durante le piene. Si prende volentieri il sole distesi sulle rocce e nelle spiaggette naturali e si fa il bagno in acque fresche ma mai troppo fredde. Un vero piacere per vincere la canicola estiva.

A Talla, invece, c’è il Capraia, dove le grandi pozze naturali che si alternano a gole selvagge rappresentano la tappa fissa per gli appassionati di acqua trekking

In Valdarno anche Loro Ciuffenna ha il suo mare d’acqua dolce. E’ il Pozzone“,una grande vasca naturale poco distante dal borgo. È situata sul Ciuffenna, sotto un ponte ed è facilmente accessibile. Imboccando la strada per la frazione di Gorgiti, inoltre, si accede a tante piccole piscine naturali, meta ambita per chi vuol rilassarsi lontano dai rumori cittadini.  

“Il tema dell’utilizzo e della fruizione dei corsi d’acqua è un punto centrale del Contratto di Fiume H2O Casentino, promosso dal Consorzio 2 Alto Valdarno e sostenuto con convinzione dai sindaci della vallata - spiega la presidente del CB2 Serena Stefani. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare e far conoscere ed apprezzare i nostri fiumi, preziosa risorsa, sotto l’aspetto ambientale e a fini turistici, come elementi di forte attrazione”.

Insomma per chi a Ferragosto non vuol rinunciare alla tintarella e ad un bel tuffo in acqua, le vallate aretine regalano posti da favola, immersi nella natura e che fanno invidia alle più gettonate località d'oltreoceano.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità