QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 10° 
Domani 5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
domenica 19 gennaio 2020

Attualità mercoledì 15 marzo 2017 ore 15:45

Una Rete Sociale per l’Alzheimer

L’iniziativa è promossa dall’Aima (Associazione Italiana Malati di Alzheimer) di Arezzo e dall’Azienda Sanitaria Locale Toscana Sud Est



CAPOLONA — Primo appuntamento a Capolona, al Centro Sociale “Arno”, giovedì 16 marzo ore 15 per Una Rete Sociale per l’Alzheimer.

L’iniziativa è promossa dall’Aima (Associazione Italiana Malati di Alzheimer) di Arezzo e dall’Azienda Sanitaria Locale Toscana Sud Est.

Inizia il percorso verso "Una rete sociale per l'#Alzheimer" che si propone di avviare, in alcuni Comuni della Toscana, un processo di diffusione, conoscenza e condivisione sociale che porti la comunità ad essere inclusiva rispetto ai bisogni del malato e della sua famiglia, a diventare, in altre parole, "Amica dell'Alzheimer".

E’ da Capolona che viene avviata una ricca serie di iniziative a carattere regionale sull’Alzheimer. E’ un “riconoscimento” importante nei confronti di una Amministrazione Comunale che molto si sta impegnando per fornire un servizio di informazione relativo alle risorse socio-sanitarie offerte dal nostro territorio e costruire una efficace rete di relazione fra i soggetti dei vari servizi: Medico di famiglia; Medici specialisti; Casa della Salute; Servizi Sociali; volontariato, associazionismo… con l'obiettivo di alleviare con tempestività e appropriatezza le sofferenze del malato e sostenere concretamente i familiari”.

Capolona, insieme alla ASL Toscana Sud Est e all’Aima di Arezzo, lo scorso settembre durante il mese mondiale dell’Alzheimer, ha promosso “Strana…mente” sempre al Centro Sociale “Arno”, che ha visto una partecipazione attenta di familiari ed operatori a vario titolo e il recital “Strana……mente sono ancora qui” con gli allievi della Libera Accademia del Teatro di Arezzo in collaborazione con i Musicoterapeuti del Progetto Kairos. Anche la Rassegna FulgorAzione si è soffermata sul tema delle malattie degenerative con la conferenza del Prof. Matthias T. Vogt su “Arte e Dementia” lo scorso 25 novembre ed il prossimo 7 aprile, sempre al Cinema Fulgor” di Capolona, ci sarà la conferenza del Prof. Diego Minciacchi su “La lezione della musica nella vita e nella cura” con l’intervento musicale dal vivo di Roberto Fabbriciani e Massimo Franchini.



Tag

Pantera nel Tavoliere delle Puglie, posizionate le gabbie per catturarla

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Attualità