Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:BIBBIENA11°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rubavano nella mensa dell'ospedale: il bottino da 24mila euro in appena due mesi

Attualità venerdì 05 marzo 2021 ore 10:06

All'artista Lorenzini il Premio "Vittorio Sgarbi"

Il complimenti social del sindaco Lorenzo Remo Ricci. Un altro successo del Cotte, che ha la creatività nel Dna di famiglia



CASTEL FOCOGNANO — All'artista casentinese Pier Paolo Lorenzini "Cotte" è stato assegnato il Premio "Vittorio Sgarbi". ll riconoscimento ha lo scopo di promuovere e sostenere l’arte contemporanea. Un riconoscimento unico nel suo genere, che comprende varie sezioni dedicate alla pittura, alla scultura e alla fotografia. Per ciascuna sezione vengono selezionati alcuni interpreti contemporanei nazionali ed esteri.

A fare le congratulazioni e pubblicare le immagini del riconoscimento sul proprio profilo Facebook, è stato il sindaco di Castel Focognano Lorenzo Remo Ricci. "Complimenti al nostro artista Piero Lorenzini, che ha ricevuto il Premio Vittorio Sgarbi" ha annunciato il primo cittadino.

Lorenzini, rassinese doc, è detto anche "Cotte" dall'acronimo della sartoria del padre, il grande e abile sarto Lorenzo Lorenzini, "Confezioni originali tutti tessuti eleganti". Da quel momento è diventato l'appellativo con cui, in paese, si riferiscono a tutta la famiglia. L'arte, quindi, accompagna da tutta la vita Pier Paolo, cosiddetto Piero. 

L’artista ha incominciato il suo cammino, utilizzando stoffe, stracci, i cenci di bottega del babbo da cui ha ereditato non soltanto il soprannome, ma anche il gusto del bello e l’arte del manufatto italiano. Dopo le stoffe Lorenzini ha messo mano a tecniche sempre nuove, facendo esperienza di materiali che ha accolto via via nel suo cammino, materiali destinati alle discariche, oltre a stoffe e stracci, spago e filo, vecchie trine utilizza plastiche fuse, smalti, acrilico, catrame che si intrecciano su tela ricomposta, carta, legno, compensato, legno di cassette della frutta giornali, cartone, juta… memoria dell’arte, della tecnica e dell’invenzione.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A livello provinciale i positivi in più sono 104 totali. Altri 4 decessi all'ospedale di Arezzo, ricoveri stabili e 69 guariti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità