comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:23 METEO:BIBBIENA7°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sileri: «Piano vaccini in ritardo di 6-8 settimane»

Attualità giovedì 26 novembre 2020 ore 07:00

A caccia di soluzioni per il futuro della montagna

Due giorni on line promossi da Anci e Regione. Apre il Ministro Provenzano. Il presidente del Consorzio in una sessione moderata dal sindaco Ducci



TALLA — Serena Stefani, Presidente del Consorzio 2 Alto Valdarno e Vice Presidente di ANBI Toscana, ha il compito  di rappresentare il punto di vista dei Consorzi di Bonifica nell'ambito della due giorni on line dedicata alle politiche della montagna. L’iniziativa “Presenti al futuro – le nuove sfide per la montagna” è organizzata da Anci e Regione Toscana.

Viene aperta proprio oggi dal Ministro per la Coesione territoriale Giuseppe Provenzano, con la partecipazione degli assessori regionali Stefania Saccardi e Stefano Baccelli, il contributo di Matteo Biffoni, Presidente di ANCI Toscana e l’intervento di esperti di varie discipline e rappresentanti di enti, istituzioni e associazioni.

“Dobbiamo partire dal presupposto che la sicurezza idraulica delle aree urbane dipende dalla manutenzione dei corsi d’acqua delle aree montane. Si capisce quindi che occorre favorire investimenti volti a potenziare l’attività di presidio, vigilanza e cura del reticolo montano, se intendiamo migliorare l’efficacia della prevenzione nel fondovalle. Per questo riteniamo che sia necessaria ed urgente, anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto, la definizione di una politica decisa e chiara per lo sviluppo della bonifica montana”anticipa Stefani commentando il suo intervento che è fissato per venerdì 27 novembre dalle 11 alle 13. 

A coordinare i lavori della sessione sarà Eleonora Ducci, sindaco di Talla e componente dell’assemblea del CB2 e del gruppo di lavoro sui Contratti di Fiume.  “L’occasione – conclude Ducci – è preziosa per avanzare proposte sulla montagna intesa come “manufatto” da tutelare e da manutenere con interventi necessari, condivisi e pianificati. Dalla bonifica montana ai contratti di fiume, passando per la pianificazione territoriale dobbiamo reinterpretare le esigenze e le caratteristiche dei nostro territori riportandoli al centro delle politiche e degli investimenti”,



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità