QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BIBBIENA
Oggi 10° 
Domani 4° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 17 novembre 2018

Attualità martedì 16 ottobre 2018 ore 13:19

Maria e Quinto, sposati da settanta anni

Quinto Giovannini e Maria Dini
Quinto Giovannini e Maria Dini

La bella e lunghissima storia d'amore di Dini e Giovannini, 92 e 94 anni. La scintilla scoccò nel 1946, durante una vendemmia



BIBBIENA — Oggi, martedì, è il 70esimo anniversario di matrimonio di Maria Dini, 92 anni, e Quinto Giovannini, 94, che sabato scorso hanno celebrato queste “nozze di ferro” a casa loro insieme a una cinquantina di persone, tra familiari, amici e vicini di casa. 

Si è unito ai festeggiamenti anche il sindaco di Bibbiena Daniele Bernardini, che si è definito “onorato di poter portare il saluto e gli auguri a nome di tutta la comunità a una coppia che rappresenta un esempio per aver raggiunto un traguardo così straordinario, dopo una vita di duro lavoro e tanti sacrifici”. A far visita alla coppia, prima dell’arrivo degli invitati, anche Padre Giuseppe del Santuario di Santa Maria del Sasso per la sua benedizione.

Una lunga storia d'amore. La coppia si è unita in matrimonio il 16 ottobre del 1948. Maria, di Chitignano, e Quinto, di Bibbiena, si erano conosciuti due anni prima a vendemmiare. La cerimonia si era svolta in Chiesa nel paese della sposa, insieme a un’altra coppia, composta dalla sorella di Maria, Beppina, e dal marito Italo. Con la sorella, Maria era andata fino ad Arezzo per comprare l’abito da cerimonia. Pur di far sposare le figlie secondo i loro desideri babbo Domenico aveva chiesto un prestito al Podestà, promettendo di saldare il debito con l’olio prodotto di lì a poco. Il fotografo, invece, quando era arrivato in Chiesa l’avevano dovuto mandar via perché non avevano abbastanza soldi per pagarlo. In compenso, le uova erano così tante che una cuoca aveva preparato tanti piccoli berlingozzi, che poi gli invitati avevano tirato agli sposi, insieme ai confetti, all’uscita di Chiesa. 

Dopo la colazione, fatta con una trentina di parenti e amici, avevano avuto la fortuna di prendere la corriera nuova di zecca per Bibbiena. L’incanto però era durato poco, perché già il giorno dopo il matrimonio erano di nuovo a lavorare nei campi del podere La Coccaia. Qui hanno vissuto insieme alla famiglia di Quinto fino al ‘68, quando si sono spostati nel centro storico del paese, per poi acquistare la casa di via della Fornace. Già un anno dopo il matrimonio nasce la prima figlia, Gina, e nel 1954 Alessandro. Oltre ai figli, Maria e Quinto hanno due nipoti, Andrea e Valentina, e da questi due bisnipoti, Samuel e Dalia.

Dalla nipote e dal figlio, residenti in Casentino, è partita l’idea di festeggiare questo importante traguardo, per creare un’occasione di svago e di incontro con le persone care, ma soprattutto per celebrare la vittoria di Quinto e Maria sull’amore e sull’età, restando insieme tutta la vita con impegno e pazienza, superando le piccole e grandi prove di tutti i giorni, come coppia, coi figli e ora con gli acciacchi dell’età. Ora avanti tutta verso la prossima festa, sempre uniti, per il traguardo delle nozze di platino.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità