Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:05 METEO:BIBBIENA11°26°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
sabato 21 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Azovstal, il ministero della Difesa russo rilascia il video della resa degli ultimi soldati

Attualità sabato 17 luglio 2021 ore 08:00

Giornata di commemorazioni a Subbiano

Ilaria Mattesini, sindaco di Subbiano

Alla Festa per la Liberazione della cittadina da parte degli Alleati si unisce il ricordo per le 9 persone uccide da un fulmine all'Ape di Catenaia



SUBBIANO — Giornata importante e solenne a Subbiano. Oggi, infatti, si celebra la Liberazione della cittadina da parte degli Alleati e il Ricordo delle nove vittime del fulmine all’Alpe di Catenaia.

La Cerimonia si aprirà alle ore 9 davanti al Palazzo del Comune dove è posta la Lapide a ricordo dei Caduti della Seconda Guerra Mondiale, partigiani, civili, militari.
Alle 9,30 sarà celebrata da Don Alessandro Conti la Santa Messa in Memoria dei Caduti e delle vittime del Fulmine a Fonte del Baregno, sull'Alpe di Catenaia, ma in caso di maltempo sarà celebrata in Subbiano nella Chiesa di Santa Maria della Visitazione che accolse per l'ultimo saluto le salme dei caduti e delle vittime del fulmine. 

18 Luglio 1976, una data legata ad una sciagura che Subbiano non ha mai dimenticato e ancor oggi vuol testimoniare la vicinanza ai familiari delle vittime, c’è chi rimase orfano di entrambi i genitori, c’è chi perse un figlio, chi un padre o una madre, un amico o un parente. Successe tutto 45 anni fa, quando ci fu uno dei più grossi disastri metereologici nella nostra provincia e accadde a Fonte del Baregno, accanto al grande faggio dove si trova un cippo alla memoria - afferma il sindaco Ilaria Mattesini. Quel giorno molta gente si era radunata sull’Alpe di Catenaia, per celebrare a livello provinciale l’anniversario della Liberazione dal nazifascismo, che nella provincia di Arezzo iniziò ai primi di luglio del 1944, con la città che fu liberata il 16 luglio del 1944 e poco dopo anche il nostro paese ”.

Oggi in questa doppia celebrazione, dopo la Santa Messa, seguirà una riflessione con tutte le autorità civili e militari ed associazioni combattentistiche presenti con il sindaco di Subbiano Ilaria Mattesini, la Regione Toscana con Vincenzo Ceccarelli, la Provincia di Arezzo, il sindaco di Capolona, Mario Francesconi, il sindaco di Castiglion Fibocchi, Marco Ermini, il sindaco di Montemignaio, Roberto Pertichini, in rappresentanza dell'Unione dei Comuni Montani del Casentino, il rappresentante di Anpi provinciale, il rappresentante dell'Associazione Combattenti e Reduci, il rappresentante aretino dell'Associazione Nazionale Bersaglieri, il presidente provinciale dell'Associazione Granatieri di Sardegna

Per concludere questo 77esimo appuntamento che vuol ricordare anche quel 1972 quando Anpi installò a Monte Castello, a 1414 metri sull’Alpe di Catenaia, intra Tevere et Arno, il Cippo dedicato ai Partigiani, si terrà una breve narrazione musicale a cura del trombettista Edo Bonucci con musiche di guerra, patriottiche e della montagna accompagnate da letture di lettere dal fronte a cura del bersagliere Alfredo Andreini e di Rudi Lapini, presidente del Museo di Quelli della Karin, dedicato alla seconda Guerra Mondiale, che per l'occasione sarà aperto nella mattinata nella sua sede di via Roma a Subbiano.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le ricerche di Carabinieri e vigili del fuoco hanno portato a ritrovarle dopo un’ora e mezzo in buone condizioni e senza bisogno di cure
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca