Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:10 METEO:BIBBIENA17°29°  QuiNews.net
Qui News casentino, Cronaca, Sport, Notizie Locali casentino
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Attualità martedì 05 gennaio 2021 ore 08:54

Screening Covid bocciato, la minoranza si dissocia

Il sindaco Ceccherini e la Giunta hanno deciso di non effettuare i test rapidi a studenti e personale scolastico. Dure critiche dell'opposizione



ORTIGNANO RAGGIOLO — Procede a ritmo serrato lo screening sui ragazzi e sul personale scolastico degli Istituti casentinesi prima del rientro dalle vacanze di Natale. Una campagna di test rapidi gratuiti per la Primaria e la Secondaria di primo grado. Un progetto al quale non hanno aderito il Comune di Chiusi della Verna e neppure quello di Ortignano Raggiolo.

"I test rapidi gratuiti sono preclusi per gli studenti della scuola Primaria di San Piero in Frassino poiché il Comune di Ortignano Raggiolo non ha aderito a questa importante iniziativa. Sappiamo che molti genitori, come noi, si sono chiesti il motivo di questa scelta. interviene il Gruppo di minoranza “Uniti per Ortignano Raggiolo”. - Aver avuto la possibilità di aderire a test rapidi e gratuiti nel momento attuale che vede tutti impegnati a fronteggiare questa terribile pandemia mondiale ci avrebbe fatto stare più tranquilli e sicuri".

Insomma, la decisione presa dall'Amministrazione fa storcere il naso all'opposizione: "per questo non condividiamo la posizione del Sindaco Ceccherini, gli operatori sanitari del nostro territorio sarebbero stati assolutamente in grado di supportare anche il nostro Comune in questo percorso .

Ed insistono: "purtroppo sono state avanzate motivazioni dal Sindaco Ceccherini e dalla sua Giunta totalmente inappropriate ed a nostro parere non veritiere che hanno anche parvenza di un “Copia e Incolla”. Non accettiamo che venga detto che il Servizio Sanitario Nazionale Locale non abbia partecipato o che 'non abbia potuto garantire l’aiuto necessario' a questo speciale evento e soprattutto che i ragazzi sarebbero stati messi in mano a persone non professioniste. Queste sono motivazioni offensive per chi quotidianamente svolge il proprio lavoro nel migliore dei modi e per chi ha dato la sua esperienza professionale gratuitamente per il bene della Comunità. Non parliamo poi della motivazione riferita all’affidabilità del test che tutti sappiamo non abbia una copertura al 100%, ma che è uno strumento utilizzato e riconosciuto per creare opportunità di controllo in maniera rapida".

Il gruppo di Minoranza “Uniti per Ortignano Raggiolo”, quindi, afferma di dissociarsi totalmente dalla decisione presa dall’Amministrazione in merito ai test rapidi per la scuola. Mentre ritiene che "tutti i Sindaci che hanno dato questa opportunità alle proprie Comunità hanno avuto un grande spirito di collaborazione tra di loro, andando oltre agli schieramenti politici che in questo caso non avevano motivo di esistere ma che purtroppo hanno prevalso nella nostra comunità. E’ un messaggio importante per la nostra vallata".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata l'esperienza per tre giovani che avevano aderito al bando del Comune. Francesco, Anna e Andrea pronti per il futuro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità